Questa notte ho dormito a Stromboli

Chiesa di Stromboli

Questa notte ho dormito sul mio divano blu, era quasi come essere in una culla, con il tepore sul collo di Musino mio gatto, ho sognato ad occhi aperti rivivendo una delle mie giornate a Stromboli.

Dopo una giornata trascorsa tra scogli, mare, vento, finalmente sazia, decido di rientrare e ritirarmi nel mio monolocale immerso in un giardino tra i limoni.

Stromboli

Mi avvio ma decido di cambiare strada, non fare la solita viuzza, mi addentro ne vicoli di Piscità, cammino molto piano, aspiro i profumi gli odori, sono vestita solo di pareo,borsone,occhiali e sandali, il vicolo si restringe e incomincia a salire abbandonando l’abitato,cammino,ad un tratto un bivio ed una piccola insegna scritta su una tavoletta di legno: osservatorio, una vecchia scritta, quasi illeggibile, e con il gesso  pizzeria, seguo l’indicazione.

Incomincio la salita, non è faticosa, salgo, la strada ora è sterrata, incontro escursionisti che rientrano dall’ascensione alla bocca del vulcano, dopo due ore finalmente arrivo a una vecchia costruzione, era l’antico osservatorio della Real Casa, ora trasformato in ristoro/rifugio. Pace, silenzio, un pergolato sopra dei tavoli di sasso, panche di legno, mi siedo, davanti a me un orizzonte infinito, mare e cielo, ordino limonata e frutta.

IMG_3232

Il mare e il cielo sono un incendio, i suoi colori tramortiscono, come per miracolo la in fondo sulla linea dell’orizzonte appare un veliero zeppo di turisti, sta rientrando. Solo gabbiani contro il cielo.

Precipitosamente cala il buio, il sole si è gettato in mare, capisco che devo rientrare, sono un po’ preoccupata: senza pila con i sandali, manifesto la mia preoccupazione ai gestori che mossi da compassione con il radiotelefono chiamano un taxi (motocarro Ape) discesa da paura, in verticale, arrivo.

IMG_3308

Ecco la piazza, pochi passi ed ecco la porta del B&B entro invece di ritirarmi nella mia camera mi fermo nel giardino, sull’amaca tra i limoni e i gelsomini e solo in quel momento realizzo che il minuscolo giardinetto confina con la casa che fu del grande regista italiano e la diva che veniva da lontano: Ingrid e Roberto, sorrido , capisco perché lei così famosa , bella lasciò tutto per rimanere accanto a quell’uomo in questa isola stregata, qui dove è concentrata l’essenza della vita: terra,fuoco,acqua.

Melina Pitari

2 Comments on “Questa notte ho dormito a Stromboli

  1. Le tue parole sono riuscite a far trasparire l’atmosfera e l’emozione del momento magico….

    Ho vissuto un’esperienza simile a Maggio tornado da un servizio fotografico in piena notte ed in solitaria nella grotta di Eolo..
    Tornando verso la mia dimora (L’Aquilone) fra viuzze deserte, buio completo e stellata incredibile per poi soffermarmi nel bellissimo giardino dell’hotel…circondato solo dalla bellezza e dalle emozioni……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *